che cos'è bricco mondalino

È una Famiglia, una casa, un’azienda.
A volte sono tre elementi difficili da unire, a volte indispensabili l’uno con l’altro.

Era il 1970

Amilcare Gaudio
una vita passata a fare l’enologo per i fratelli e per altre aziende italiane e non, decide di costruirsi una sua realtà vitivinicola.

A 63 anni sapeva cosa voleva.

stile monferrino

Varietà autoctone, il cui principe doveva essere il GRIGNOLINO.

equilibrio e gaudio!

Il “Bibe cum Gaudio” è da sempre uno stile che ci contraddistingue: Vini equilibrati, di cui non ci si accorge di finire la bottiglia, e tanta allegria dietro alla convivialità del vino.

qualità dei terroir

Produzione autentica di cru ed esclusivamente vendita in bottiglia.

winestyle

RISPETTA IL TUO CORPO E BEVI RESPONSABILMENTE

Nella nostra famiglia iniziamo mediamente a 6 anni ad assaggiare mosti e vini, ovviamente solo qualche goccia di Malvasia.
Dobbiamo capire il valore di quello che siamo e rispettarci, seguendo buone abitudini alimentari e di consumo del vino.
“Bibe Cum Gaudio” per bere con gioia e sentirsi bene, non per sballarsi.

Anche per questo motivo le vigne sono per noi preziose compagne di vita, dove lavoriamo ogni giorno.

È fondamentale vivere in sintonia con la natura, con il nostro territorio, che racchiude la nostra storia da generazioni.

Le Persone

amilcare

Capostipite geniale del Bricco Mondalino, una persona eccentrica, simpatica con tanta voglia di vivere. Era impossibile non incontrarlo in ambienti riguardanti il vino e non scambiare un bicchiere o una risata con lui. Dopo anni di osservazioni e di lavoro con i Fratelli Gaudio e con altre cantine, Amilcare decide di realizzare la sua cantina dei sogni: attrezzata, accogliente, funzionale, per produrre vini del Monferrato di qualità.

mauro

Il figlio, dopo studi classici, una laurea in Ingegneria chimica al Politecnico di Torino, decide di aiutare il padre nell’azienda di famiglia appena nata, grazie anche ad un’ottima padronanza delle lingue: tedesco, francese e inglese. S’impegna nella ricerca del Cliente, in Italia, ma anche all’estero, nella cantina insieme al padre, nelle vigne. In particolare, cambia l’idea originaria del padre di acquistare prevalentemente uva, e decide di iniziare ad acquistare diversi appezzamenti di terreno, non per la vicinanza alla cantina, bensì per esposizione e “terroir” ottimali. Oggi si occupa dell’accoglienza e dell’amministrazione.

beatrice

Seconda figlia di Mauro, viene subito coinvolta dal padre in vigna, in cantina e nelle fiere e anche all’estero per la vendita del vino. All’età di 17 anni sceglie la strada per enologia e si laurea a 25 nel Master in Scienze viticole ed Enologiche. Prima di inserirsi definitivamente in azienda, decide di fare alcune esperienze all’estero. A 19 anni lavora un mese in Germania per imparare il tedesco dopo anni di studi, e tra i 22 e i 23 anni lavora per due cantine durante la vendemmia, una in Portogallo ed una in Australia. In azienda è enologa, commerciale e vignaiola.

gabriella

Moglie di Mauro, mamma e nonna affettuosa originaria di Casorzo, instancabile lavoratrice, con esperienza di campagna dall’età di 5 anni. Per 38 anni ha lavorato in banca e ora che è in pensione è una colonna portante, non solo della famiglia, ma anche dell’azienda Gaudio. Coordina i lavori in campagna, e governa la casa ed è attenta ai dettagli e alle persone. E’ praticamente l’agronomo aziendale.

valentina

Prima figlia di Mauro, rientrata da poco in Azienda, è una ragazza solare e molto naif, sempre pronta a dare un sorriso e con una costanza di ferro. Se si mette qualcosa in testa, nessuno gliela può togliere! Si occupa dell’accoglienza in cantina e aiuta nei vigneti e nella gestione della casa.

matteo macchi

Enologo e Agronomo della Provincia di Pisa, collaboratore della famiglia Gaudio dal 2008 e ormai parte integrante di essa. Si occupa della produzione dei vini e della gestione della cantina. Inoltre è anche un trattorista in azienda.